Post

Share this post

Ristoratori ‘ribelli’, in Veneto flash-mob ma senza clienti

(ANSA) – TREVISO, 13 GEN – E’ a Treviso, e in altri centri
della provincia della Marca, l’epicentro in Veneto della
protesta dei ristoratori prevista venerdì 15 febbraio contro
l’ipotesi del Governo di fermare dopo le 18 anche l’attività di
asporto. Si tratterà di flash mob promossi dall’associazione ‘Veneto imprese unite”, presieduta da Andrea Penzo Aiello, che
si concluderà con l’apertura simulata dei locali: ai tavoli non
siederanno però i clienti, ma solo i titolari e i dipendenti
degli esercizi, rispettando le norme di protezione dal virus.
    Aiello ha annunciato che domani sera in tutti i capoluoghi una
delegazione della sigla sarà ricevuta dai prefetti. “Vogliamo
dimostrare – spiega – che la somministrazione di cibi e bevande
nei nostri locali avviene in modo più sicuro che in ambiente
domestico e come non abbia senso, nelle zone ‘gialle’,
ipotizzare che a cena i ristoranti siano luoghi più pericolosi
rispetto all’ora di pranzo”. Nessun proposito, tuttavia, di far
accedere clienti reali. “Ci dissociamo nettamente da chi intenda
interpretare la manifestazione violando le norme” conclude
Aiello. (ANSA).
   

Leave a comment